Verdure a foglia verde, aiuto per il fegato

nitrati

Solitamente alla parola “nitrati” viene associata una connotazione negativa. Questo, se si fa riferimento al loro impiego come additivi, per la conservazione di carne, insaccati e formaggi. Ma i nitrati si possono trovare naturalmente anche nelle verdure a foglia verde, come sedano, spinaci, lattuga e rucola. E in tal caso sembrerebbe che aiutino a mantenere in salute il fegato.

Secondo una ricerca pubblicata su Proceedings of the National Academy of Sciences, infatti, i nitrati presenti nelle verdure potrebbero essere utili a ridurre la steatosi epatica non alcolica, o malattia da fegato grasso, che colpisce circa il 25-30% della popolazione adulta.

Lo studio è stato condotto somministrando, ai modelli ricreati in laboratorio, una dieta normale, una dieta ad alto contenuto di grassi e una dieta ad alto contenuto di grassi ma con aggiunta di nitrati. Come previsto, il gruppo con la dieta ricca di grassi, oltre all’incremento del peso mostrava livelli elevati di zucchero nel sangue. Il gruppo con l’integrazione di nitrati, invece, evidenziava una pressione sanguigna minore, una migliore sensibilità all’insulina e un livello significativamente più basso di grasso nel fegato.

Anche se si rendono necessari ulteriori approfondimenti, il risultato ottenuto da questa ricerca è indubbiamente un’altra grande vittoria per frutta e verdura!

Dunque, incrementiamo l’impiego di verdure a foglia verde in cucina! Come? Gli spinaci crudi possono essere un’ottima base per tante sfiziose insalate. Ma se sei in cerca di qualche idea originale, prova la nostra ricetta tricolore con patate dolci, funghi e spinaci, oppure i crostini con spinacini, mela e uva, un antipasto finger food nutriente e genuino.

Continua a seguirci anche su Facebook per essere sempre aggiornato!

Quota

Commenti

0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *