Uva bianca, rossa e nera: qual è la differenza?

Esistono diversi tipi di uva e la differenza più facile da notare è nel colore, rosso, bianco, nero. Di solito vengono scelte per il diverso gusto senza chiedersi se abbiano anche caratteristiche diverse in termini nutrizionali. Qual è quella che ha maggiori proprietà benefiche?

Considerando la quantità di sali minerali e vitamine, le variazioni sono minime. Tutte le varietà sono composte principalmente da acqua e sono relativamente ricche in fruttosio. Chiaramente più sono dolci, più fruttosio contengono. Ma mangiate nelle giuste quantità, tutti i tipi di uva sono uno spuntino sano e praticamente privo di grassi.

Qual è la tipologia di uva più salutare?

L’uva contiene sostanze fitochimiche preziose come il resveratrolo e le proantocianidine oligomeriche (OPC). Si tratta di antiossidanti in grado di contrastare i radicali liberi che danneggiano le cellule nel nostro corpo. Proteggono dai danni vascolari, aiutando a prevenire le malattie cardiovascolari.

Una differenza è data dal colore delle uve: le varietà rossa e nera contengono più antiossidanti rispetto a quella bianche grazie al pigmento scuro (dato dagli antociani) che agisce come agente riducente dei radicali. Da questo punto di vista quindi, l’uva nera e quella rossa sono la scelta migliore per la salute.

I semi e la buccia dell’uva rossa, inoltre, contengono livelli particolarmente alti di resveratrolo e OPC e nella buccia e nei semi si trova anche la quantità maggiore di fibre. Per questo l’ideale sarebbe mangiare gli acini completi di semi e buccia.

Per scoprire le altre proprietà dell’uva, leggi questo articolo.

Quota

Commenti

0

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *