Uva, toccasana per l’intestino pigro

Per gli amanti dell’uva finalmente è arrivato il periodo dell’anno preferito! Sagre, fiere e appuntamenti speciali dedicati a questo fantastico frutto autunnale sono l’occasione perfetta per gustare i grappoli appena raccolti e fare il pieno di benessere. Anche in caso di pigrizia intestinale. Sai perché?

Era già stato dimostrato che l’uva fa bene alle ossa, al cuore e al cervello e che i componenti racchiusi nei suoi semi aiutano a mantenere sotto controllo il proprio peso. Ebbene, un recente studio – realizzato dal North Carolina Research Campus e dall’University of North Carolina a Greensboro (USA) e poi pubblicato sul Journal of Nutritional Biochemistry – ha evidenziato che l’acino d’uva nel suo complesso (non dunque solo i semi) favorisce la riduzione del peso.

La ricerca ha indagato come l’assunzione di polifenoli dell’uva (fitochimici) assieme a cibi ad alto contenuto di grassi premette di ridurre del 40% l’aumento di peso. E ha rilevato che i polifenoli contribuiscono a migliorare la sensibilità all’insulina e la tolleranza al glucosio, a spegnere le infiammazioni e a mantenere l’equilibrio della flora intestinale.

“Le diete ricche di grassi normalmente innescano un’infiammazione cronica nell’intestino”, spiega la Dott.ssa Mary Ann Lila, co-autrice dello studio, massima esperta dei berries e Direttore del Plants for Human Health Institute. “Tale infiammazione può interferire con la struttura e il funzionamento della mucosa intestinale e aumentare la resistenza all’insulina, determinando un maggior flusso di zuccheri e grassi verso altri tessuti dell’organismo.”

“Ciò che dimostra chiaramente la ricerca”, sottolinea Lila, “è che i polifenoli dell’uva lavorano in simbiosi con la flora batterica intestinale, creando all’interno dell’apparato digestivo un ambiente favorevole, facilitando la riduzione di ogni infiammazione di basso grado e rimuovendo tutto ciò che ostacola il corretto funzionamento dell’insulina”.

E allora, cosa aspetti a colorare con tutte le sfumature del viola e del verde, tipiche dell’uva, i tuoi prossimi piatti?

Seguici anche su Facebook per essere sempre aggiornato sulle ultime ricerche!

Quota

Commenti

0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *