Snack sì, purché salutare!

Sono le 10 del mattino e il tuo stomaco ha già iniziato a brontolare. Alla pausa pranzo mancano ancora 3 ore e, per carburare al meglio, avresti proprio bisogno di uno snack. Gli spuntini sono una buona abitudine o sarebbe meglio evitare di mangiare fuori pasto? La risposta è semplice: tutto sta in cosa scegli di mangiare.

Ogni alimento che si assume nel corso della giornata influisce sul livello di glucosio del sangue, ossia di zuccheri, fondamentale per fornire alle cellule l’energia di cui hanno bisogno.

Ovviamente, quantità eccessive di zuccheri generano un effetto negativo sugli organi e sui vasi sanguigni. Per questo, importante per la salute, è mantenere un livello di glucosio equilibrato e quindi evitare spuntini troppo zuccherati. Una tavoletta di cioccolato, ad esempio, fa sì che il livello di zucchero nel sangue salga alle stelle per poi crollare repentinamente: una fonte di stress enorme per l’organismo.

Al contrario, uno snack ricco di fibre, proteico e a basso contenuto di carboidrati ha un effetto decisamente positivo sui livelli di glucosio nel sangue in confronto, ad esempio, ad uno ricco di carboidrati: consente infatti al livello di zucchero di salire in maniera più lenta e costante, fornendo energia all’organismo anziché debilitarlo.

Quindi i fuori pasto sono un’ottima abitudine solo se si sceglie uno snack salutare, con un alto apporto di nutrienti e pochi zuccheri e grassi.

Il nostro consiglio: via libera a frutta fresca, verdure a bastoncini e frutta secca!

Se sei in cerca di ispirazione, prova questi deliziosi brownies o questa golosa mousse!

Quota

Commenti

0

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *