Banana: alleata dei ciclisti

ricerca banana

I ricercatori del North Carolina Research Campus e gli scienziati del Dole Nutrition Institute e dell’Appalachian State University hanno condotto uno studio approfondito sugli effetti benefici prodotti dalla Banana sull’organismo.

La ricerca ha messo in evidenza quanto la banana sia un alimento prezioso e un carburante indispensabile per gli atleti.

Così uno dei frutti più comuni e consumati sulle nostre tavole, e da sempre privilegiato dagli sportivi, nasconde tangibilmente moltissimi segreti.

Ricca fonte di eccellenti proprietà nutritive come Fibre, Vitamine (A, B1, B2, C, PP), Potassio, Calcio, Ferro e Fosforo, la banana è un vero e proprio concentrato di energia in grado di dare supporto al nostro corpo e migliorare il sistema cardio-vascolare.

Ma non finisce qui!

Lo studio pubblicato dal Journal of Proteome Research, infatti, ha coinvolto 20 ciclisti esperti impegnati in una corsa di 75 chilometri: ad una parte di loro è stato chiesto di compiere il giro mangiando qualche fetta di banana e bevendo acqua ogni 15 minuti; ad un’altra parte di bere solo acqua ogni 15 minuti; all’ultima parte, infine, di abbinare acqua a qualche fetta di pera.

Ciascun ciclista è stato sottoposto a un test di valutazione dello stato psico-fisico e ad un prelievo del sangue, prima e dopo l’allenamento.

I risultati sono stati davvero impressionanti. Il gruppo di ciclisti che aveva consumato banana e acqua aveva ottenuto le performance migliori, con un tempo medio di percorrenza minore rispetto a coloro che avevano soltanto bevuto acqua, ed in particolare più basso del 5%.

Non solo. Lo specifico spuntino aveva prodotto i suoi benefici anche dopo l’esercizio fisico, aiutando gli atleti a sentirsi più carichi di energia e già pronti per affrontare un nuovo allenamento.

L’indagine è dunque la conferma scientifica che “mangiare una banana in concomitanza di uno sforzo fisico favorisce una performance migliore e contemporaneamente aiuta il recupero post allenamento, velocizzandolo.

Aiutando il lavoro dei muscoli prima-durante-dopo l’attività fisica, la banana costituisce lo snack ideale per chi desidera fare attività fisica, massimizzare le proprie prestazioni e allenarsi con maggior frequenza, facilitando lo smaltimento dell’acido lattico* prodotto durante l’allenamento da parte dell’organismo e la riparazione dalle infiammazioni e dallo stress ossidativo.

Il Motivo?

Per arrivare a queste conclusioni, i ricercatori hanno analizzato i metaboliti chiave del sangue ed il loro comportamento a seguito dell’assunzione della frutta – determinanti una sorta di impronta digitale o istantanea della fisiologia delle cellule – al fine di individuare gli effetti generati dai singoli composti della Banana sui processi cellulari dell’organismo.

Ne è emerso che questo frutto comune è ricco di sostanze antiossidanti e fenoli, un mix vincente che determina una ridotta ripartizione di grasso, assicurando ai muscoli i carboidrati necessari al loro lavoro, offrendo così agli atleti in gara un complessivo beneficio, davvero a 360°.

Una banana, infatti, fornisce in media circa 105 calorie e 27 grammi di carboidrati. Ogni frutto contiene un rapporto 1:1 di glucosio – fruttosio, profilo di zuccheri semplici ideale per supportare le prestazione atletiche: da una parte, infatti, il glucosio entra direttamente in circolo nell’organismo, generando energia di immediato utilizzo; dall’altra, il fruttosio viene metabolizzato a livello epatico, dando vita ad una vera e propria riserva energetica che può essere consumata più lentamente, diluita nel tempo e quindi nel corso dell’esercizio fisico.

Che tu sia uno sportivo amatoriale o atleta professionista, la cosa da ricordare è spezzare l’attività sportiva ogni circa 15 minuti con una buona, sana e non così scontata, Banana! Sarai più energico e resistente e ti sentirai meglio il giorno dopo!

*L’acido lattico viene prodotto dall’organismo sia a riposo, sia durante le fasi di sforzo. Sotto sforzo intenso e prolungato può capitare che venga raggiunta la cosiddetta soglia anaerobica, ovvero il limite oltre il quale si produce più acido lattico di quanto si riesce a smaltire, lasciandolo in eccesso nei muscoli. La conseguenza consiste in muscoli tirati, appesantiti e lievemente addolorati.

Bibliografia:

  • Metabolomics-Based Analysis of Banana and Pear ingestion on exercise Performance and Recovery – Proteome Res., November 2015, Pp 5367–5377
  • Bananas as an Energy Source during exercise: A Metabolomics approach – PloS one Publication, May 17, 2012

 

Quota

Commenti

1

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *