Frutta essiccata: preparala seguendo i nostri consigli

frutta essiccata

La frutta disidratata è uno spuntino dolce, sfizioso e pratico. Comodo da portare con sé e da mangiare on the go, è l’ideale in viaggio: non serve un coltello per sbucciare o tagliare la frutta e non c’è bisogno di preoccuparsi di sbarazzarsi di bucce e semi.

Ma come prepararla? Farlo a casa è semplicissimo, anche  senza un essiccatore: così eviterai di assumere conservanti industriali. Ecco come fare:

Prepara la frutta

Mele, pere, banane, prugne, mango e mirtilli sono particolarmente adatti per l’essiccazione. Lava la frutta, se necessario sbucciala ed elimina i semi, dopodichè tagliala a fette o cubetti della stessa dimensione. Chiaramente più sottili saranno le fette, più velocemente si asciugheranno. Poni la frutta su una teglia foderata con carta da forno, avendo cura di disporre le fette ben separate tra loro.

Suggerimento: per evitare che frutta come mele e pere anneriscano a contatto con l’aria, immergile in acqua e limone per circa 10 minuti prima di cuocerle.

Inforna la frutta

Per essiccare la frutta, puoi mettere le fette ben distanziate tra loro tutte insieme, disposte su diversi fogli di carta da forno, uno sopra l’altro. Un’ottima alternativa è quella di infilzarla in degli spiedini di legno di bambù da appendere sui lati del forno, in modo che le fette di frutta possano asciugarsi bene su tutti i lati. In un forno ventilato, imposta la temperatura tra 50 e 70°C e lascia asciugare la frutta dalle 4 alle 6 ore.

Importante: usa un cucchiaio di legno per tenere lo sportello del forno leggermente aperto, in modo tale da permettere che fuoriesca l’umidità attraverso il vapore e la frutta si disidrati bene.

Roma non è stata costruita in un giorno!

A seconda del tipo di frutta, della sua dimensione (ad esempio se si tratta di prugne o albicocche intere) e del tipo di forno, il processo di essiccazione può richiedere anche più tempo. La frutta è pronta quando appare elastica e ricorda il cuoio e quando, tagliandola, non vi sono più parti umide. Questo è l’unico modo per garantire che si conservi a lungo.

Conserva la frutta disidratata

Dopo aver essiccato la frutta nel forno, falla raffreddare completamente e poi lasciala per alcuni giorni all’aria, così che il processo di essiccazione giunga a termine. Dopodichè, potrai conservarla in vasetti chiusi da riporre in un luogo buio, fresco ed asciutto. In questo modo la tua frutta disidratata fatta in casa si conserverà per diversi mesi.

Prova e raccontaci com’è andata!

Non dimenticare di seguirci anche sulla nostra Pagina Facebook!

 

Quota

Commenti

0

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *