Farro: 5 curiosità su un cerale antichissimo

cereale

Il farro, tra i cereali più antichi che conosciamo, negli ultimi tempi sta vivendo una vera e propria rinascita. Come mai? Davvero è così salutare e dovremmo sostituire la sua farina a quella di grano? Ti raccontiamo 5 affascinanti curiosità sul cereale più amato del momento.

Curiosità n.1: Che storia!

Abbiamo testimonianze dell’esistenza del farro già a partire dall’Antico Egitto e dai Celti e sappiamo anche che veniva coltivato nell’Europa settentrionale durante il Neolitico. Nel 18° secolo, inoltre, era un elemento centrale nel commercio del grano. Ad un certo punto, però, nel 20° secolo il frumento surclassò di gran lunga il farro, avendo una resa maggiore ed essendo più facile da coltivare. Per fortuna oggi stiamo riconsiderando gli importanti benefici di questo cereale. D’altra parte una storia così lunga non può che essere destinata a continuare.

Curiosità n.2: In forma con il farro!

Vera e propria miniera di benessere, il farro contiene numerosi oligoelementi e minerali, molto più del frumento. È particolarmente ricco di manganese, zinco, rame, proteine, ferro e magnesio. Non solo: contiene anche il silicio, valido sostegno per pelle, capelli e unghie, e il triptofano, un aminoacido che facilita la produzione da parte dell’organismo di serotonina, “l’ormone della felicità”. Insomma, farro e benessere sono un binomio inseparabile!

Curiosità n.3: Farro e freekeh, che squadra!

Conosci il freekeh? È un tipo di farro raccolto non ancora maturo e tostato in forno, usando legno di quercia o di faggio. Questo cereale si abbina bene con le zuppe, ma può essere usato per creare tortini o burger vegetariani.

Curiosità n.4: Così digeribile!

Tra i motivi più comuni che spingono al consumo di farro, vi è certamente la sua elevata digeribilità. È infatti molto usato nell’alimentazione dei bambini, così come è  adatto a chi soffre di intolleranze. Se fai fatica a digerire il frumento, anche se non ci sono studi scientifici a supporto, vale la pena fare un tentativo con il farro: potresti scoprire una preziosa alternativa! Attenzione però se si è affetti da celiachia: poiché contiene glutine anche il farro non può essere mangiato.

Curiosità n.5: L’auto perfetto in cucina!

Se sei un appassionato di cucina, non puoi non innamorarti del farro, ideale per la preparazione di torte, pane fatto in casa e pasta: il glutine, infatti, di cui è molto ricco, gli conferisce ottime proprietà di cottura. E quel leggero retrogusto nocciolato lo rende così irresistibilmente gustoso!

Ti abbiamo stuzzicato?

Seguici su Facebook per altre sfiziose curiosità!

Quota

Commenti

0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *